Piccola biblioteca morale

Il ’68 senza Lenin ovvero: la politica ridefinita

Testi e documenti
introduzione di Goffredo Fofi

A cinquant’anni dal ’68 che cosa resta di quel movimento internazionale? Che cosa merita di essere salvato? Il ’68 come movimento creativo e spinta al cambiamento è durato pochi mesi, soffocato dalle logiche di potere, dal protagonismo dei leader e dalle ideologie della violenza. Questa antologia, a vent’anni dalla prima edizione, raccoglie i testi seminali di quella breve stagione, dal mondo  all’Italia, ancora attuali e utili ai giovani di oggi per confrontare il loro disagio con quello di ieri. Il libro raccoglie testi e documenti nati dall’interno del movimento. Dal Manifesto di Port Huron alla Lettera a una professoressa, e poi i fratelli Cohn-Bendit, Rudi Dutschke, James Petras, Jerry Rubin, Guido Viale, Carlo Donolo e altri.

isbn 9788863572322 | pag. 232 | 14 euro

Prezzo: 14.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

Sulla soppressione dei partiti politici seguito da Studio per una dichiarazione degli obblighi verso l’essere umano (1943)

di Simon Weil 

a cura di Giancarlo Gaeta

I due scritti qui raccolti sono tra i più rilevanti da Simone Weil, pensati per contribuire alla ridefinizione dei principi su cui fondare l’assetto costituzionale e politico della Francia post-bellica. Ne  emerge una concezione che colloca al centro della vita politica gli individui, considerati nella loro concreta costituzione psicofisica e nella loro esigenza di bene. Questa concezione è incompatibile per la Weil con l’esistenza dei partiti, a causa del loro stesso carattere, che è di conformare la pluralità degli orientamenti individuali a dottrine socio-politiche alla cui loro origine è l’idea di una pressione collettiva sul pensiero di chi vi aderisce. I partiti sono un ostacolo pressoché insormontabile a che l’interesse per la verità e la giustizia venga prima degli interessi politici contingenti.

isbn 9788863572476 | pag. 60 | 10 euro

 

Prezzo: 10.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

L’altro Risorgimento

di Carlo Pisacane

Con uno scritto di Nello Rosselli e La spigolatrice di Sapri di Luigi Mercantini

a cura e con un saggio di Alessandro Leogrande

 

A 160 anni dalla spedizione di Sapri Carlo Pisacane ha incarnato uno dei massimi esempi dell’“altro Risorgimento”, di quel Risorgimento che ha interpretato la necessità di una rivoluzione profonda dell’Italia e si è mescolato con le origini del socialismo. Allo stesso tempo la sua biografia rappresenta un raro caso di coincidenza tra pensiero e azione,tra dimensione pubblica e dimensione privata, tra impegno intellettuale e politico, a cominciare dai suoi scritti, Guerra combattuta in Italia negli anni 1848-49 e Sulla rivoluzione. Tutto questo non poteva non sollecitare, anche molti decenni dopo, storici, intellettuali e militanti come Nello Rosselli che sulla vita di Pisacane ha scritto il saggio più completo.

Isbn 9788863572025 | 150 pagine

Prezzo: 10.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

Un vuoto dove passa ogni cosa

Interventi, articoli, lettere e racconti

di Mariateresa Di Lascia

a cura di Antonella Soldo

“La politica, così come la facciamo noi, è anche il nostro vivere”. Di ciò Mariateresa Di Lascia era convinta. Ogni riga di questa raccolta è attraversata da qualcosa che va ben oltre un pensiero militante, qualcosa che appartiene piuttosto all’etica e alle inquietudini profonde della nostra esistenza. Tornare su questi testi, a oltre vent’anni dalla scomparsa dell’autrice,non è un nostalgico tributo, ma rappresenta, invece, l’occasione di ragionare su contraddizioni e possibilità ancora aperte, nell’agire politico come nelle scelte quotidiane. Sotto il segno di un radicalismo esigente e tuttavia libero dalle costrizioni di un ideale che non sappia farsi carne e azione, cambiamento intimo del singolo e trasformazione collettiva.

Mariateresa Di Lascia (Rocchetta Sant’Antonio 1954 - Roma 1994) è stata dirigente del Partito radicale e deputata nella IX Legislatura. Ha fondato l’associazione Nessuno tocchi Caino, per l’abolizione della pena di morte nel mondo. Nel 1995 il suo romanzo Passaggio in ombra ha vinto, postumo, il Premio Strega.

Prezzo: 12.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

Speranze umane e speranza cristiana. Scritti religiosi e politici (1967-1983)

di Tullio Vinay

Abbiamo conosciuto molti esempi di sacerdoti (di più religioni) che hanno dedicato la loro vita a diffondere l’esempio di un modo di stare al mondo con e pergli altri, in particolare con e per i più maltrattati dalla storia, dalla società, dalla natura. Più raro è il caso di sacerdotiche abbiano accettato di assumere responsabilità direttamente politiche, entrando nei parlamenti liberamente eletti come indipendenti, di nome e di fatto, nell’adesione a principi condivisi di giustizia e di democrazia. Dal 1976 al 1983 il pastore valdese TullioVinay è stato senatore della Repubblica, eletto come indipendente nelle liste del Partito comunista italiano. Questo volume raccoglie i più luminosi e radicali dei suoi interventi politici, insieme ad altri interventi pubblici di rigorosa e limpida tensione civilee morale. In mezzo a queste pagine, figurano quelle di un viaggio nel Vietnam in guerra che fanno pensare anche alle guerre di oggi, e alle tante testimonianze, spesso tragiche, dei credenti aperti al dialogo che si sono posti e si pongono dalla parte di tutte le vittime, e operano per la pace e non per la vittoria degli uni o degli altri.

Tullio Vinay (La Spezia 1909 – Roma 1996), pastore valdese, ha ideato e diretto alla fine della seconda guerra mondialela costruzione a Prali, nelle Valli valdesi del Piemonte, di Agàpe, una comunità che ha accolto giovani volontari di tutti i paesi, venuti senza distinzione di fede da un’Europa martoriata, e ha diretto con intenti simili, dagli anni sessanta, la comunità di Riesi, nel cuore della Sicilia più povera. I suoi scritti sono pubblicati dalla casa editrice Claudiana, la figlia Paola ne ha tracciato la biografia in un libro documentato e partecipe, Testimone d’amore(2009).

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Non complice. Storia di un obiettore

di Giuseppe Gozzini

Della vita operosa di Beppe Gozzini (1936-2010) non sono pochi i momenti da ricordare: il processo subito come primo obiettore di coscienza cattolico nel 1962, la militanza nei "Quaderni rossi", il '68 e '69 vissuti i mezzo agli operai milanesi. Il lettore che voglia capire oggi la storia delle minoranze di ieri, le più determinate eticamente e politicamente dal dentro delle nuove e aspre contraddizioni portate dalla mutazione e dalla globalizzazione, può trovare conforto e convinzione confrontandosi con la storia di una sinistra non ideologica e settaria, non smaniosa di potere e idolatra dello sviluppo, non soltanto preoccupata di affermare una leadership e di vincere. Si tratta, oggi come ieri, di affermare una diversità però mite e decisa nell'esprimere valori alti e insieme radicali e nell'attuare pratiche conseguenti, attenta al metodo perché cosciente che sono i mezzi a dar senso ai fini.

a cura di Piero Scaramucci e Letizia Gozzini

aprile 2014

isbn 98788863571325

 

Rassegna stampa

Ascolta l'intervista di Piero Scaramucci e Letizia Gozzini a Fahrenheit Radio 3

Leggi  l'anticipazione del libro su Cado in piedi

Leggi l'anticipazione del libro sull'"Unità" del 13 giugno 2014

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Discuto la religione di Pio XII (1957)

di Aldo Capitini

prefazione di Goffredo Fofi

pp.152

La "persuasione" religiosa di Aldo Capitini non permette nessuna superficiale mediazione. Egli discute la religione di Pio XII, e in definitiva di ogni Papa, con il dovuto rispetto ma secondo i modi che praticava nei confronti di ogni essere umano. Nessuna vena bassamente polemica: "sarebbe stolto che io guastassi il mio lavoro con motivi ed espressioni estranei al semplice esame della religione di un essere umano, di un uomo eguale, come ogni altro, a me, e amico nella comune realtà di tutti". Da religioso  a religioso, l'autore esamina le dichiarazioni di Pio XII e vede il suo magistero impregnato di "mitologia, istituzionalismo, sacralità". Non mette in dubbio la sincerità del Papa, ma le conseguenze che derivano dalle sue parole per i credenti e per tutti. È un confronto alla pari, che nel 1957 sembrò scandaloso; la Chiesa mise questo libro all'indice appena venne pubblicato.

Aldo Capitini (Perugia 1898-1968) è stato il più importante teorico e attivista della nonviolenza in Italia. È presente nelle nostre edizioni con numerose opere.

isbn 9788863571141

settembre 2013

Se non hai la carta di credito puoi pagare anche con bonifico bancario IBAN   IT 12  O 05018  03200 000000136117 presso Banca Etica oppure scarica il bollettino postale prestampato da compilare e pagare in posta.

 

Rassegna stampa

  • Leggi la recensione di Paolo Di Stefano sul "Corriere della Sera" del 03/09/2013

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Il tempo della malafede e altri scritti

di Nicola Chiaromonte

a cura di Vittorio Giacopini

pp.264

La straordinaria figura di Nicola Chiaromonte, discepolo di Caffi, amico di Camus, Hannah Arendt e Malraux, assieme al quale combattè nella guerra di Spagna, critico di ogni ideologismo, di ogni totalitarismo, di ogni società che vive nella malafede, e che è pronta a credere a ogni menzogna. Fu nemico del mito dello Stato nato con la modernità, e che accomunò Mussolini, Stalin e Hitler. Fu direttore con Silone di “Tempo Presente”
e studioso e critico teatrale. Incompreso dalla sinistra, continuò a credere nella necessità di gruppi e comunità
che si opponessero alla deriva dell’Occidente, oppressiva e permissiva insieme.

Di Chiaromonte (1905 – 1972), l’opera più nota e importante è Credere e non credere (1971). Ricordiamo inoltre La situazione drammatica (1966) e gli scritti raccolti dopo la morte da Miriam Chiaromonte, Silenzio e parole (1972), con prefazione di Mary McCarthy, da troppo tempo assenti sugli scaffali delle librerie.

Leggi l'indice del libro

Vecchio Prezzo

Prezzo: 13.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

La rivoluzione italiana (1918-1925)

di Piero Gobetti

a cura di Pietro Polito

pp. 256

Attraverso i saggi di questa antologia, seguiamo l’evolversi delle posizioni che Piero Gobetti ha assunto nella sua precoce attività editoriale e giornalistica: la situazione politica degli anni venti, lo scontro tra il movimento operaio e la marea montante del fascismo, da lui identificato come autobiografia della nazione, la necessità di promuovere la nascita di una nuova classe dirigente. Nei libri stampati dalle sue edizioni campeggiava il motto  “Che ho a che fare io con gli schiavi?” Collaborò con Gramsci a “L’Ordine Nuovo” in qualità di critico teatrale.

 

Piero Gobetti (Torino 1901 – Parigi 1926) ha fondato e diretto le riviste “Energie Nove”, “La Rivoluzione Liberale”, “Il Baretti”. Nel 1924 pubblicò La rivoluzione liberale. Saggio sulla lotta politica in Italia. Tutti i libri dati alle stampe dalle case editrici da lui fondate sono attualmente riproposti dalle Edizioni di storia e letteratura, in collaborazione con il Centro Gobetti di Torino.

Leggi l'indice del libro

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Se la Classe inferiore sapesse…

di August Strindberg

pp. 171

Nel centenario della sua morte, questo libro raccoglie alcuni dei testi più significativi e meno noti di Strindberg, il più grande degli scrittori svedesi. Se la Classe Inferiore sapesse... comprende i provocatori interventi politici di un lucidissimo osservatore della società del suo tempo, contro la sopraffazione economica e culturale della borghesia a danno delle classi subalterne. Oltre al radicale Piccolo catechismo a uso delle classi inferiori e altri corrosivi interventi, questo volume contiene il romanzo breve L’Isola della Beatitudine, formidabile antesignano delle distopie di Orwell e Huxley.

August Strindberg (1849-1912) è una figura di primo piano nella storia della letteratura europea. Tra le sue opere,
i romanzi La camera rossa e Gli abitanti di Hemsö, i drammi La signorina Giulia, Il sogno e La sonata degli spettri, e racconti, poesie, pamphlet insieme a sofferti e violenti scritti autobiografici.

 

Rassegna stampa

Leggi la recensione di Bruna Miorelli su "Linus" di marzo 2012

Ascolta la puntata di "Qui comincia"  (in conduzione Attilio Scarpellini) Radio3 8 marzo 2012

Strindberg e la Casta. Un apologo attuale di Paolo Di Stefano  sul "Corriere della Sera" 7 marzo 2012

Ascolta l'omaggio  a August Strindberg su Radio24 del 24 febbraio 2012

 

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita