Opuscoli

F-35, una follia lunga vent’anni

introduzione di Giulio Marcon
vignette di Mauro Biani
con il contributo di Francesco Vignarca

A vent’anni dall’avvio del programma ci sembra utile tornare a  parlare di F-35 facendo il punto sulla vicenda. A fasi alterne gli F-35 sono stati al centro del  dibattito politico e della mobilitazione del movimento pacifista. Con questo opuscolo cerchiamo di tenere ancora viva l’attenzione su una iniziativa controversa. Lo facciamo pubblicando – grazie alla collaborazione di Francesco Vignarca e della Rete italiana per il disarmo – testi e documentazioni utili (appelli, schede tecniche,
atti parlamentari) e interventi di pacifisti, ma anche dichiarazioni (contraddittorie) di esponenti politici e prese di posizione di persone note che si sono schierate contro gli F-35. L’introduzione di Giulio Marcon ripercorre tutta la vicenda e fa il punto sulla situazione attuale. Le vignette di Mauro Biani – uscite in questi anni su quotidiani e riviste – ci raccontano in modo ironico e sarcastico molti aspetti di questa follia lunga vent’anni. Questo lavoro è dedicato a Massimo Paolicelli, pacifista e animatore della campagna contro gli F-35, scomparso prematuramente nel 2013.

Prezzo: 8.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

Tango vaticano. La Chiesa al tempo di Francesco

di Iacopo Scaramuzzi

All'interno del pettegolo e superfluo giornalismo di oggi dove tutti sanno tutto dell'ultimo dei politici e dei divetti tv, e dove sulle questioni religiose sopravvivono pregiudizi e disinformazione, Scaramuzzi rappresenta un'eccezione. In queste pagine si racconta quel che accade ed è accaduto in Vaticano in questi anni, quel che pensa e fa un papa che ha scelto di chimarsi Francesco, le passioni e le pseranze che suscita in credenti e non, le reali trasformazioni che introduce, al di là di quelle più apparenti, e le resistenze che incontra.

Iacopo Scaramuzzi, vaticanista, lavora per "Askanews". I suoi articoli sono stati pubblicati su "Lo straniero", "Gli asini", "Confronti", "QN", "Pagina99", "Linkiesta", "Jesus" e "Vatican insider".

Vecchio Prezzo

Prezzo: 10.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Da dove viene la crisi? (versione pdf)

di Éric Toussaint

pp.82

Da dove viene la crisi che stiamo vivendo? Éric Toussaint risponde a questa domanda con un’agile guida sulle origini della crisi e sulle responsabilità del capitalismo finanziario. Ripercorrendo le tappe che hanno segnato l’affermazione dell’ideologia neoliberista che da trent’anni governa l’economia del pianeta, Toussaint mette in guardia dal rischio di continuare a percorrere la strada del culto feticista del mercato, la stessa strada che ha generato la crisi economica attuale e che non è in grado di indicare soluzioni per uscirne.Un utile strumento per capire finalmente quello che sta succedendo alle nostre economie e alle nostre società.

Éric Touissant, storico e politologo, è presidente del Comitato belga per la cancellazione del debito del terzo mondo (Cadmt) e membro del coordinamento internazionale del Forum Sociale Mondiale.

Versione eBook

Prezzo: 3.00€

Caricamento... Aggiornamento carrello...

Fare pace. Jugoslavia, Iraq, Medio Oriente: le culture politiche e le pratiche del pacifismo dopo il 1989

di Giulio Marcon

La nuova edizione ampliata e aggiornata del saggio sul pacifismo italiano dal 1945 a oggi, con drammatici reportage dai principali teatri di guerra del dopo 1989: dall'ex Jugoslavia al Medio Oriente, dall'Iraq all'ex Unione Sovietica. Un viaggio "dal di dentro" nella cultura e nelle pratiche pacifiste, tra interventi di solidarietà e nonviolenza. 

Giulio Marcon è stato - negli anni in cui si riferiscono questi scritti - portavoce dell'Associazione per la pace e presidente del Consorzio italiano di solidarietà. Attualmente è deputato di Sinistra ecologia e libertà. Tra i suoi libri: Dopo il Kossovo (Asterios 2000), Le ambiguità degli aiuti umanitari (Feltrinelli 2002), la voce Pacifismo dell'Enciclopedia Treccani (2005) e con Mario Pianta Sbilanciamo l'economia (Laterza 2013)

ottobre 2014

isbn 98788863571370

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Cose comuni. Capire il presente: le grandi questioni di oggi e domani

di Carlo Donolo

In forma dialogica e di conversazione raccolte dalla vita quotidiana di un gruppo di giovani universitari, le riflessioni sui più importanti temi del momento. Questo libro è anche un vademecum per orientarsi nelle difficili questioni del presente, in un contesto di globalizzazione sempre più penetrante e di diseguaglianze e ingiustizie crescenti anche nelle società del benessere.

Carlo Donolo ha insegnato sociologia a "La Sapienza" studiando la società e il sistema politico italiano, problemi di governance e di analisi delle politiche pubbliche, regolazioni e beni comuni, istituzioni e città. Tra i suoi lavori: Il futuro delle politiche pubbliche (Bruno Mondadori 2006), Italia sperduta (Donzelli 2011), L'arte di governare processi e transizioni (Donzelli 2012).

settembre 2014

isbn 9788863571295

Vecchio Prezzo

Prezzo: 10.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Passati remoti. 1914-1919 due saggi sulla Grande Guerra

La "grande" guerra perché la prima "mondiale": nove milioni di morti e sei milioni di mutilati, una carneficina che ha segnato la storia dell'Europa e ha aperto la strada alle rivoluzioni e alle dittature degli anni successivi, e infine a una seconda e più feroce guerra ancor più "mondiale". In due saggi tanto distanti nel tempo, Isnenghi ricostruisce da grande storico un'epoca e le sue contraddizioni, lontano dai luoghi comuni, dalle interpretazioni di comodo.

Mario Isnenghi ha insegnato a Padova, Torino, Venezia. Tra le sue opere, più volte ristampate, Il mito della Grande guerra, L'italia in piazza e Garibaldi fu ferito.

Vecchio Prezzo

Prezzo: 5.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

L’Ilva di Taranto e cosa farne. L’ambiente, la salute, il lavoro

di Riccardo Colombo e Vincenzo Comito

Prefazione di Maurizio Landini
Postfazione di Alessandro Leogrande

Il più aggiornato e approfondito studio sullo stabilimento Ilva di Taranto del gruppo Riva, scritto da due esperti dell’impresa italiana. L’opuscolo analizza produzione, fatturato e investimenti dell’Ilva, senza tralasciare le cronache giudiziarie e l’atteggiamento dell’azienda sulle questioni ambientali della fabbrica più inquinata l’Europa. Gli autori contestualizzano la crisi dell’industria siderurgica in Europa e nel mondo e analizzano se le tecnologie verdi a breve e lungo termine siano una prospettiva fattibile. Il libro è introdotto da Maurizio Landini, segretario generale Fiom Cgil nazionale, e chiuso dalla postfazione dello scrittore tarantino
Alessandro Leogrande.

Riccardo Colombo dirigente d’azienda fino al 1990, ha svolto attività di consulenza nell’area della pianificazione strategica e del controllo di gestione per importanti aziende. Insegna all’università di Urbino e di Bologna.
Vincenzo Comito ha lavorato per molti anni come consulente e dirigente nell’industria. Oggi è consulente aziendale e insegna all’università di Urbino. Per le Edizioni dell’Asino ha scritto Le armi come impresa (2009) e Gruppo Marcegaglia. Analisi e prospettive (2012).

 Leggi l'indice

isbn 978-88-6357-103-5
Finito di stampare nel mese di marzo 2013 

 

 

Vecchio Prezzo

Prezzo: 5.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Ci fu una volta la sinistra ovvero Il silenzio dei post-comunisti

di Piergiorgio Giacchè

pp.152

Dal passaggio di campo dei socialisti alla svolta della Bolognina tra nomi e simboli nuovi, dal Pci al Pds ai Ds al Pd ai nuovi gruppi, dagli anni di Craxi e Berlusconi, di Veltroni e D’Alema a quelli di Bersani e Renzi, di Di Pietro e Grillo, si è spenta o esaurita la storia della sinistra in Italia. Piergiorgio Giacchè ha raccontato e analizzato la fine di una storia e l’affermarsi di un’altra attraverso una serie di saggi e interventi che ripercorrono acutamente e causticamente una vera e propria tragedia nazionale.

Piergiorgio Giacchè (1946) insegna antropologia del teatro e dello spettacolo all’Università di Perugia. Ha pubblicato tra l’altro Carmelo Bene. Antropologia di una macchina attoriale (2007), di Aldo Capitini ha curato
gli scritti autobiografici Opposizione e liberazione (2003), e per i nostri tipi, con Goffredo Fofi, Agli amici. Lettere 1947-1968 (2010).

Leggi l'indice del libro

Vecchio Prezzo

Prezzo: 8.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Da dove viene la crisi?

di Éric Toussaint

pp.82

Da dove viene la crisi che stiamo vivendo? Éric Toussaint risponde a questa domanda con un’agile guida sulle origini della crisi e sulle responsabilità del capitalismo finanziario. Ripercorrendo le tappe che hanno segnato l’affermazione dell’ideologia neoliberista che da trent’anni governa l’economia del pianeta, Toussaint mette in guardia dal rischio di continuare a percorrere la strada del culto feticista del mercato, la stessa strada che ha generato la crisi economica attuale e che non è in grado di indicare soluzioni per uscirne.Un utile strumento per capire finalmente quello che sta succedendo alle nostre economie e alle nostre società.

Éric Touissant, storico e politologo, è presidente del Comitato belga per la cancellazione del debito del terzo mondo (Cadmt) e membro del coordinamento internazionale del Forum Sociale Mondiale.

Versione eBook

Versione pdf

Rassegna stampa

Vecchio Prezzo

Prezzo: 5.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita

Bologna al bivio. Una città come le altre?

a cura di Mauro Boarelli, Luca lambertini e Mimmo Perrotta

pp. 200

Bologna è una città in crisi. Una crisi istituzionale, ma sopratutto una crisi politica le cui origini vanno rintracciate indietro nel tempo. Come affrontarla evitando la lamentazione fine a se stessa, la mitizzazione del passato, la protesta di stampo demagogico e populista, la rassegnazione a un degrado culturale che sembra inarrestabile? Abbiamo riunito in questo volume voci che appartengono a culture, generazioni e professioni diverse, accomunate dalla volontà di non rimanere alla superficie dei problemi affrontati, di evitare luoghi comuni, di porre domande scomode e cercare risposte accomodanti. L'obiettivo è quello di stimolare un dibattito vero in una città smarrita, ma che non vuole rinunciare alla propria cultura civile. Una città che non trova luoghi e occasioni per interrogare se stessa ed elaborare progetti per il futuro, e rimanere inascoltata da un ceto politico prigioniero della propria autoreferenzialità.

Mauro Boarelli (Macerata, 1962), dottore di ricerca presso l’Istituto universitario europeo di Firenze, si occupa di ricerca storica e lavora nel campo della progettazione culturale presso un ente pubblico. È autore di La fabbrica del passato. Autobiografie di militanti comunisti, 1945-1956, Feltrinelli 2007.

Luca Lambertini (Bologna, 1978) è operatore sociale impegnato nella formazione professionale, nel lavoro di comunità e nelle politiche giovanili. Ha svolto studi sulla storia del servizio sociale in Italia. Fa parte del collettivo d’inchiesta bolognese Piano b.

Mimmo Perrotta (Venosa, 1979) è assegnista di ricerca e docente a contratto in sociologia presso l’Università di Bergamo, dove si occupa di migrazioni e lavoro. Fa parte del collettivo di inchiesta bolognese Piano b.

 

Per approfondire

Vecchio Prezzo

Prezzo: 5.00€

Risparmi

Caricamento... Aggiornamento carrello...
Vendita